Avis Comunale Trento

Assemblea Comunale Trento 2018

Relazione attività anno 2017 e programma 2018 del Presidente Avis Comunale di Trento  

Cari Soci ed Autorità, ad un anno dall’insediamento del nuovo CD Avis Comunale di Trento presento di seguito le linee programmatiche di sviluppo seguite, l’attività svolta nelle varie aree ed il programma previsto per il 2018.

Il nuovo Consiglio Direttivo eletto in data 18 febbraio 2017 ha formalizzato la distribuzione delle cariche associative il 22 febbraio 2017, con designazione dell’Ufficio di Presidenza e Giunta, nonché delle Commissioni di lavoro, così individuate: accoglienza, promozione, sanità, scuola, sport, logistica, comunicazione interna ed esterna, relazioni intergenerazionali.

 

Nel corso dell’anno associativo il CD si è riunito 13 volte, con redazione dei verbali e codifica delle delibere di spesa.

  

Attività associativa per mission di sistema –

 

Il bilancio associativo per soci e donazioni al 31 dicembre, attesta la presenza di n. 4292 soci totali (4202 effettivi e 90 collaboratori) con  381 dimessi e 483 nuovi ingressi (differenza + 62).

Le donazioni effettuate nel 2017 sono state in totale 5168 (5298 nel 2016) così distinte: sangue intero 4526 (4464 nel 2016), plasma 538 (730 nel 2016), piastrine 104 (104 nel 2016), con differenze pari a –130 su donazioni totali, +62 per sangue intero,

192 per plasmaferesi, pareggio per piastrinoaferesi.

 

 

 

 Attività associativa per mission allargata –

  1. Accoglienza del Donatore nei punti di raccolta
  2. Promozione associativa nella popolazione
  3. Attività e partecipazione ad eventi sportivi
  4. Formazione e promozione nella Scuola
  5. Comunicazione interna ed esterna
  6. Logistica
  7. Partecipazione Commissione Sanitaria Avis Reg.le Trentino
  8. Integrazione con Avis Reg.le Trentino, d’Ambito Trento e Nazionale
  9. Bilancio e rendicontazione economica

 1. Accoglienza dei donatori con particolare attenzione alle prime donazioni (segnalate) è seguita presso la BdS di Trento in 3 giorni alla settimana, è occasione per raccogliere segnalazioni, lamentele e proposte e fornire informazioni associative. Essa è organizzata secondo la predisposizione di un calendario di presenza presso la BdS. Prossimamente sarà attivato l’accreditamento ufficiale dei volontari  come previsto dall’ art. 17 del Regolamento Avis reg.le Trentino, dopo formazione specifica e verifica di idoneità al servizio. Essa richiede infatti precisa competenza associativa fatta di dettagli e di relazione, quale motivo in più per far ritornare il Donatore in serenità, incentivarne fidelizzazione e senso di appartenenza, favorire l’avvicinamento di nuove forze all’interno di AVIS.

Un’importante attività di accoglienza/promozione è assicurata dalla presenza di volontari Avis un giorno al mese presso il punto “Associazioni Volontariato” sito presso l’ingresso dell’Ospedale S. Chiara di Trento: un’attività preziosa che testimonia all’interno della struttura ospedaliera, quale luogo del bisogno di salute, l’azione dei donatori Avis: volontaria, anonima, gratuita, associativa e responsabile alla base di un dono assolutamente necessario ed insostituibile nella sanità.

 2. Promozione associativa nella popolazione: far capire chi siamo, cosa facciamo ed incentivare l’iscrizione ad Avis. Il 2017 è stata occasione propizia per promuovere l’attività di Avis, in concomitanza del suo 50° di fondazione (21 aprile). Diverse occasioni hanno fatto ricordare alla popolazione questa ricorrenza, festeggiata ufficialmente il 7 ottobre 2017 con una manifestazione aperta in piazza in stile sobrio e prettamente consono con i valori di Avis, tanto da motivare il gemellaggio con Avis di Norcia e devolvere un contributo che possa far ripristinare l’attività associativa, dopo i tragici eventi del terremoto dell’agosto e ottobre 2016. L’obiettivo promozionale “50 anni di Avis: 50 nuovi donatori” è stato raggiunto con una coinvolgente azione di piazza.

L’attività promozionale si è sviluppata in occasione della Giornata Mondiale del Donatore (14 giugno 2017) assieme ad ADMO e AIDO, cooptando le forze giovanili dell’alternanza Scuola/Lavoro del liceo “G.Prati” testimonial dell’iniziativa “Stop Bullying – Stand up Speak out”. Avis Comunale di Trento ha partecipato il 7 e 8 ottobre agli eventi “Festa al Volo” e “Autunno trentino”, contribuendo efficacemente alla loro riuscita. I giorni 16 e 17 dicembre ha partecipato all’iniziativa di Telethon per la raccolta di fondi per le malattie genetiche.

Un grande impatto promozionale ha la pubblicazione e diffusione del calendario, distribuito in 2200 copie in tutto il Trentino, arricchito quest’anno da post-it sulle caratteristiche della donazione di sangue, come la distribuzione di 60.000 segnalibri nelle biblioteche comunali di Trento.

La donazione alla BdS di un abbattitore termico, in grado di conservare in modo ottimale le caratteristiche del plasma donato, rientra in tale ambito ed ha rafforzato lo spirito di collaborazione che ha connotato sempre la nostra attività.

Gli stessi eventi associativi previsti come la Festa pre-natalizia del donatore (17 dicembre 2017) in occasione della quale sono stati ricordati storia, presidenti e collaboratori di Avis Trento e la Festa di ringraziamento ai donatori 65enni (2 febbraio) hanno rinforzato ideali ed obiettivi di mission avisini. Il tutto è stato suggellato dalla creazione di una benemerenza conforme alle norme statutarie di Avis (non valore economico, portabilità, significatività per la promozione) che con i 5 petali quali “gocce di sangue, gocce di vita”, oltre a testimoniare i 5 decenni di Avis Trento, possa efficacemente rappresentare le caratteristiche del dono avisino (volontario, gratuito, anonimo, periodico, responsabile) collegate in un’unica grande goccia com’è AVIS nazionale.

3. Lo Sport è un campo di attività privilegiato per diffondere e promuovere obiettivi associativi, in quanto è esercizio al “lavorare assieme”, in gruppo con sforzo, sacrificio, rispetto delle regole, con aspettative di risultati ma anche sapendo mettere in “campo” e conto possibili “sconfitte”, quali occasioni di verifica e miglioramento. È avvicinamento ai giovanissimi ed alle loro famiglie: lo sport aggrega, affratella atleti e tifosi, come disse S. Ciotti.

Diversi sono stati gli eventi organizzati o a cui Avis Trento ha partecipato per promozione associativa, in ordine cronologico: 1 maggio 2017 (26°Memorial Bortolotti - Premio Paolo Osti con promozione Stop Bullying), 13 maggio 2017 e 17 febbraio 2018 (2° e 3° Torneo Football Nord Est con AIPD), 11 giugno 2017 in piazza Duomo Trento con UISP, 24 settembre trofeo Avis pallavolo “La goccia che vale”, 21-22 ottobre 9a edizione “La 24 ore di nuoto” presso la piscina di Gardolo con SND, ADMO, AIDO, 27 gennaio 22° Torneo Calcio a 5 presso palestra Navarini di Ravina, 17 febbraio 2017 Torneo “Caracristi”. Siamo stati inoltre idealmente vicini ai nostri gemelli norcini nel loro 1° “Corri per Norcia – un anno dopo” il 29 ottobre 2017.

4. La Scuola è un contesto privilegiato per promuovere stili di vita sani e positivi, diffondere la cultura della solidarietà e del dono, consolidare l’appartenenza ad una cittadinanza  responsabile, così come sancito da precisi accordi tra AVIS e MIUR.

Nel  2017 sono stati assicurati interventi in 27 classi del Comune di Trento per circa 550 studenti ed un incontro universitario con 120 studenti in convitto residenziale. Continua l’esperienza “Alternanza Scuola/Lavoro” secondo la legge 107/2015, quale occasione utile ed “unica” per implementare i principi generali della collaborazione AVIS e MIUR, applicare nella pratica quanto divulgato nell’ambito di un progetto formativo, dedicare tempo e risorse a studenti motivati, investire nella formazione diretta extra-associativa, quale garanzia di promozione esterna, rafforzare vincoli collaborativi con gli Istituti scolastici. Sono state condotte 3 esperienze nel 2017 e 2 nel febbraio 2018.  La collaborazione ha prodotto il documento “Stop Bullying” pubblicato sul n. 1 del 2018 del Giornalino Avis Trento. In corso è una ricerca sulla violenza di genere.

5. La Comunicazione interna ed esterna è assicurata attraverso la pubblicazione del notiziario d’informazione trimestrale “Avis Trento” giunto al suo XXVI anno, diffuso anche in biblioteche provinciali e nazionali (Roma, Firenze) e alla gestione del sito web Avis Trento.

6.  La Logistica prevede un prossimo ricollocamento di Avis Trento all’interno dello spazio Avis Reg.le di via Sighele, con previsione di un’aula consiliare e l’ufficio di presidenza. Nella parte destinata ad Avis Regionale, sarà previsto anche un locale adibito ad ambulatorio medico per l’attività del Direttore Sanitario Avis o di eventuali altri medici associativi, per consulenze ed esigenze presentate dai soci in merito alla loro salute.

7. La Partecipazione ai lavori delle commissioni di Avis regionale Trentino è assicurata dalla presenza del rappresentante d’Ambito o alla partecipazione diretta di consiglieri Avis Trento alle commissioni individuate (sanità, accoglienza, scuola, comunicazione).

8. L’Integrazione con AVIS nazionale è assicurata da incontri a livello nazionale, come l’Assemblea annuale dei soci (Milano 19-21 maggio 2017) o eventi specifici come la presentazione in Senato (14 marzo 2017) del libro “90 di AVIS” o “Il colore della vita”  presso il MIUR (1 dicembre 2017).

Recentemente Avis Trento si è fatta carico dell’organizzazione logistica di un Corso Avis Regionale formativo per cariche associative (3 febbraio 2018).

Il 4 gennaio 2018 ha avuto luogo la prima riunione di Ambito Avis Trento (Avis Comunali Trento, Valle Laghi, Aldeno-Cimone) per una condivisione di problemi ed iniziative.

9. Il Bilancio e la rendicontazione economica di Avis Comunale di Trento vanno intesi nel contesto di uno scenario interno che vede i rimborsi per le donazioni diminuiti dal gennaio 2017, secondo l’accordo Stato-Regioni dell’aprile 2016, un aumento del contributo per Avis Regionale, una diminuzione delle donazioni nel 2017 (-130), un aumento di spese per esigenze organizzative. Parimenti lo scenario esterno prevede l’adeguamento a Riforma ETS Dlgs 117/2017, l’applicazione dal 15/02/18 della Direttiva UE 1214/16 (applicazione e verifica GPs e GMPs), il rispetto dal 25/05/18 del Regolamento UE 2016/679 per la Privacy (tutela e trattamento dati personali). Durante la redazione del bilancio consuntivo 2017 e preventivo 2018 è stata ravvisata la necessità di uniformare la stesura dei bilanci Avis, di ridurre fondi e patrimonio libero in quanto OdV, di impiegare ogni anno tutti i ricavi per obiettivi statutari fino a pareggio consuntivo, di far fronte ai nuovi adeguamenti logistici e tecnologici.

 

Programmi e Progetti per 2018 –

 

Alla luce dell’intensa attività associativa prodotta nel 2017 e dopo l’opportuna integrazione interna del nuovo CD, ci si propone di

  • continuare secondo le linee programmatiche di mandato nelle iniziative di promozione a vari livelli (popolazione generale, sport, scuola) e di “ascolto” dei donatori (esigenze logistiche, modularità orari donazione),

  • far accreditare il servizio accoglienza donatori, dopo congruo percorso formativo,

  • poter uniformare la stesura di bilancio secondo indicazioni di Avis Regionale,

  • incentivare l’organizzazione di corsi formativi per soci e per cariche associative, in vista di prossimi avvicendamenti elettivi,

  • implementare e rivedere social network,

  • crescere non solo per numerosità ma soprattutto per qualità, in termini di competenza associati, perchè AVIS sta evolvendo sempre più da associazione verso un’organizzazione, cui non dovranno però mancare passione ed entusiasmo.

     

    Chiedo pertanto la vostra approvazione e soprattutto la vostra generosa collaborazione.

     

    Il Presidente Avis Comunale di Trento

                  dott. Danila Bassetti

     Trento, 24 febbraio 2018