Considerando l’urgente necessità dell’Azienda sanitaria di dotarsi di attrezzature adeguate soprattutto per la terapia intensiva e visto il protrarsi delle limitazioni dell’attività associativa e promozionale, l’Avis del Trentino, con il concorso di tutte le Avis Comunali, delle Avis di Base e di singoli soci, ha raccolto e deciso di devolvere la somma di 100.000 € all’Azienda sanitaria.

Nel contempo si coglie l’occasione per ringraziare gli oltre 400 giovani, compresi i volontari di fede islamica, che hanno presentato domanda di iscrizione all’Avis, assicurando loro che, appena i medici trasfusionisti saranno in grado, provvederemo alle visite ed esami per accertarne l’idoneità alla donazione.